Un magazzino di mondi non era abbastanza

magazzino2_FZQuesto devono aver pensato alla Delos Books, vista la fresca pubblicazione de Il magazzino dei mondi 2, disponibile da oggi. Ma, cosa più importante, hanno pensato anche che il mio raccontino (L’alieno) fosse gradevole abbastanza per comparire in una delle sue 240 pagine. Ah, dimenticavo, parliamo di fantascienza… ma forse dalla copertina l’avevate già intuito: duecento racconti di fantascienza istantanea. Continua a leggere

Leggete di più

leggere_FZTi rendi conto che il tempo vola quando una mattina ti svegli, e realizzi che tuo figlio ha cinque mesi. Cinque mesi? Di già? A me sembravano al massimo cinque giorni! Ma no dai, davvero siamo nel 2014? Cioè siamo ben oltre il mitico 2001, quando secondo Clarke e Kubrick dovevamo già essere in viaggio verso Giove? Sono veramente passati quindici anni da quando la Luna è uscita dall’orbita terrestre e il comandante Koenig si è perso nello spazio insieme agli scienziati di base lunare Alpha? Continua a leggere

Poi dice che uno diventa esterofilo

ebooksFZFa una certa impressione leggere certi articoli sullo stato dell’editoria digitale in USA. Nei quali si nota, tra le altre cose, che la crescita del libro digitale rallenta. Oh cavoli, preoccupante, quindi? Macché! Rallenta, sì, ma dopo aver raggiunto il 30% del mercato del libro! Capito? 1 libro su 3 in Ammmerica lo acquistano in digitale. Dicevo che fa impressione, perché poi metti questi dati a confronto con un altro articolo, che parla della situazione italiota. Come stiamo messi? Be’, c’è una crescita vertiginosa del libro elettronico, cioè tipo che in un anno il mercato degli ebook è raddoppiato. Però attenzione, a che percentuale siamo sul mercato libraio totale? Continua a leggere

Orrori di carta

HorrorFZE poi succedono delle cose troppo grandi, belle, importanti. Cose che ti cambiano la vita e che sarebbe riduttivo parlarne su un blog o, Dio ce ne scampi e gamberi, con due righe su qualche socialcoso. Certe cose rimangono nel privato, ed è giusto che sia così. Quindi non ne parlerò qui, chi ha orecchie per intendere in tenda, gli altri in roulotte, come disse Groucho (su Dylan Dog, almeno, non so se quello vero l’abbia mai detto).

E allora di che vogliamo parlare? Ma sì dai, parliamo di riviste. Cartacee. Continua a leggere

Marchette e piccole rivoluzioni

coverIuorioFZCi sono due notizie che mi hanno colpito in particolare, una buona e una cattiva. Di solito si parte da quelle cattive, ma siccome mi sento positivo e vado controcorrente, iniziamo invece dalle gud nius, come dicono a Tozeur.

I tempi stanno cambiando, è inevitabile. Certo lentamente, poco alla volta, ma qualche segno inizia a vedersi. Ah scusate, sto parlando degli autori fai-da-te, self-publishing, indie (nel senso di indipendenti, non nativi americani, ma forse l’ho già scritto!). Chiamateli (chiamateci) come volete. Continua a leggere

Paura, eh?!

urlo-munchCi sono diverse notizie riguardanti gli ebook su cui riflettere, in questi giorni. Cominciamo da una lodevole iniziativa da parte dell’editrice torinese Zandegù, la campagna fotografica “Non aver paura dell’ebook!”. Fa piacere vedere una giovane casa editrice presentare progetti come questi, di cui secondo me c’è grande bisogno, almeno in Italia, dove ancora c’è una certa paura davanti al libro elettronico. Ma perché questi timori? La causa va individuata in diversi fattori. Continua a leggere

L’immaginazione è più importante della conoscenza

einsteinIl 23 aprile, qualche giorno fa, è stata la giornata mondiale del libro e del diritto d’autore. Difficile accorgersene in Italia, dove su TV e media viene dato spazio ad altre cose (sulle quali non mi pronuncio, ho fatto uno spuntino poco fa e non vorrei vomitare sul monitor).

Mentre scrivo ho la TV sintonizzata su Focus. C’è un bizzarro documentario che mischia nazismo, alieni, bomba atomica, Sodoma e Gomorra e i sumeri… sembra una puntata di Mistero o Kazzenger, una di quelle in cui il narratore pone spesso domande idiote a cui non dà risposta (È possibile che Hitler avesse incontrato gli alieni e disponesse di una segreta bomba venusiana? Gli antichi egiziani provenivano da Marte?). Divertente. Ho scoperto dall’inesauribile Paolo Attivissimo che c’è anche un sito per la generazione casuale di teorie complottiste. Spassoso. I risultati sono più o meno uguali a quelli della trasmissione.

Focus, Focus… me stai a fini’ come Giacobbo. Continua a leggere

Ebook autoprodotti, ci credono anche i grandi distributori

Be’ fa un certo effetto. Dopo il mio primo articolo, dove raccontavo il mio pensiero sull’autopubblicazione, leggere notizie come questa, riportata da Pennyebook… sì fa un certo effetto, perché ritrovi gli stessi tuoi pensieri lì, nero su bianco (vabbè diciamo pixel su schermo), scritti da qualcuno che neanche conosci. Coincidenza? Lettura del pensiero? No, mi piace più pensare alla sincronicità.

In sostanza, cosa dice Mark Coker, fondatore di Smashwords, una piattaforma di distribuzione di ebook? Dice cose molto interessanti riguardo gli autori cosiddetti “indie”, che non sta per saggi pellerossa, ma “indipendenti”. Secondo Coker gli autori che si autopubblicano in ebook hanno molte frecce al loro arco. Ne faccio un veloce riassunto, ma su Pennyebook, al link riportato poco sopra potete leggere un maggiore approfondimento. Continua a leggere

Chi fa da sé fa per tre (ovvero, una dissertazione su scrittura, editing, distribuzione)

IsolaDelTerroreQuella che vedete è la copertina del mio romanzo fantasy, L’isola del terrore. Potete averlo spendendo la folle cifra di € 0,99. Il perché del prezzo così basso è spiegato più avanti. È appena uscito e per ora è presente su Ultimabooks.it e su Amazon Kindle Store, ma prossimamente lo troverete anche su tutte le altre librerie online. Potete acquistarlo in formato mobi per leggerlo sul Kindle. Oppure in formato ePub e leggerlo ovunque: su computer, tablet, smartphone o ebook reader. Di qualsiasi marca. Cliccate sull’immagine per ulteriori informazioni e per leggere il primo capitolo. Se invece vi incuriosiscono i retroscena di questa pubblicazione e volete approfondire il discorso che dà il titolo al post allora rimanete pure su queste righe, siete i benvenuti! Continua a leggere